Progetti Europei – Progetto GI-N2K

Progetto Europeo GI-N2K

“Geographic Information – Need to Know”

Il Progetto GI-N2K, coordinato da la Katholieke Universiteit di Leuven, iniziato nell’ottobre 2013 e formato da un consorzio internazionale di 31 partners (25 paesi) è finanziato dall’Erasmus Lifelong Learning Program, ha l’obiettivo di riformulare il Body of Knowledge del settore della Geographic Information Science and Technology.  AMFM GIS Italia ne è partner.

L’attuale Body of Knowledge per la Geographic Information Science and Technology, formulato da David DiBiase nel 2006 per l’American University Consortium for GIS è stato in grado di combinare la qualità dell’offerta accademica con le richieste del mercato del lavoro per lungo tempo e soprattutto negli Stati Uniti.   Fino ad oggi, tale compendio si è rivelato essenziale per implementare programmi universitari, certificare titoli accademici e sviluppare adeguati profili professionali.   Tuttavia, nel 2014 tale documento appare obsoleto, considerando le più recenti scoperte concettuali e tecnologiche in materia di GI provenienti sia dal mondo accademico che da quello professionale.   Una revisione del Body of Knowledge risulta quindi necessaria per integrare i nuovi sviluppi accademici e tecnologici attraverso l’innovativa visione europea del consorzio. Il rinnovato documento assumerà la forma di una e-platform dinamica, che includerà strumenti per definire curricula, corsi, training e profili professionali.

Per maggiori informazioni consultare il sito del progetto GI-N2K

Il 10  Giugno 2016 a Salerno si è tenuto il WORKSHOP ITALIANO sul Progetto Europeo GI-N2K  “Istruzione e formazione professionale nel settore dell’informazione geografica – nuove opportunità da una prospettiva europea”.

Progetti Europei – eSDI-NET+

AMFM è stato uno dei partner italiani della prima fase dek progetto europeo eSDI-NET+.

Finanziato nell’ambito del Programma europeo eContentplus, il progetto ha come obiettivo la costituzione di un network tematico europeo per l’arricchimento e il riuso dell’informazione geografica. Questo network intende consentire lo scambio di informazioni tra i differenti soggetti coinvolti nella creazione e nell’uso di Infrastrutture di Dati Territoriali (IDT): sia coloro che rivestono ruoli chiave all’interno delle IDT europee esistenti ai diversi livelli, sia gli utenti delle IDT stesse.

eSDI-Net+ ha come sfondo altri progetti europei, in particolare INSPIRE, che riguarda la costituzione, a diversi livelli di IDT. I partner italiani del progetto sono: AMFM, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Regione Piemonte, LABSITA-Università Sapienza di Roma, GISIG.

Tra le sue prime attivita’, il network ha messo a punto una metodologia e alcuni parametri per la valutazione delle IDT a livello sub-nazionale (IDT regionali, provinciali, tematiche). L’obiettivo è quello di “censire” le esperienze di implementazione di IDT in europa al fine dell’individuazione di best practices. AMFM, di concerto con gli altri partner italiani, si è occupata dell’analisi delle IDT di livello sub-nazionale italiane; inoltre ha curato l’organizzazione del Workshop Nazionale eSDI-NET+, durante il quale sono stati presentati i risultai dell’analisi stessa.

Il 26 e 27 Novembre 2009 si è tenuta a Torino la cerimonia di premiazione “SDI Best Practice Awards” in occasione della conferenza internazionale organizzata nell’ambito del progetto eSDI-Net+ e ospitata dalla Regione Piemonte. Tra 135 candidati provenienti da 26 paesi europei sono state selezionate e premiate 12 “Best Practice”

Il progetto di ricerca è terminato nel 2009 ed è stato poi continuato da EUROGI ed ha prodotto un tool per la valutazione delle infrastrutture di dati territoriali denominato SAF. il tool fornisce insieme con il relativo data base un potente sistema di verifica per le SDI.

Materiale di riferimento

Progetti Europei – Plan4all

AMFM è uno dei partner italiani del progetto europeo Plan4All. Plan4All è una Best Practice Network cofinanziata nell’ambito del programma europeo eContentPlus. L’obiettivo del progetto è costruire una rete di entità pubbliche locali, regionali e nazionali, di stakeholders, di aziende ICT, università ed enti di ricerca al fine di raggiungere un consenso relativamente all’armonizzazione di Infrastrutture di Dati Territoriali dedicate alla pianificazione territoriale in accordo alle indicazioni della direttiva INSPIRE. Plan4All concentrerà le proprie attività sull’armonizzazione dei dati di pianificazione territoriale sulla base di esperienze di buone pratiche in materia a livello regionale e locale in Europa. Sarà, quindi, analizzato e dettagliatamente descritto lo stato attuale relativamente a standard, profili di metadati, modelli dati e procedure di armonizzazione. Successivamente alla fase di analisi, il progetto procederà alla definizione di procedure e metodologie comuni per la condivisione di dati e l’utilizzo di standard per i dati a supporto della pianificazione territoriale. L’attenzione sarà rivolta, oltre che agli aspetti tecnici, a questioni relative al Digital Right Management ed ai diritti di proprietà intellettuale.

Nell’ambito del progetto AMFM è attiva relativamente ad analisi requisiti INSPIRE ed alla definizione ed implementazione di profili di metadati e modelli dati di alcuni dei temi ci sui agli annessi 2 e 3 della direttiva INSPIRE.

L’associazione è inoltre coinvolta nelle attività di dissemination.

AMFM ha organizzato due workshop Plan4All nell’ambito della Conferenza AMFM 2009, della Conferenza AMFM 2010 e della Conferenza AMFM 2011

Materiale di riferimento

Progetti Europei – Upsidedown

Progetto Europeo Upsidedown

Upsidedown Protect: Spatial Data Protection for the Underground Critical Infrastructures

Durata: Gennaio 2013 -Dicembre 2014

L’associazione AMFM GIS Italia è stato partner del progetto Upsidedown Security.

Il Progetto, co-finanziato dalla Commissione Europea e di cui la Regione Lombardia è capofila, vede il coinvolgimento di 14 partner di differenti nazionalità (5 italiani e 9 residenti in Austria, Bulgaria, Francia, Irlanda, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia), ed ha lo scopo di mettere in pratica i principi della Direttiva Europea Inspire, analizzando gli standard di gestione delle informazioni sulle infrastrutture sotterranee, al fine di predisporre misure di prevenzione e di contrasto ad eventuali attacchi terroristici.

Principali attività

  • MAPPARE I DATI SPAZIALI ESISTENTI RIGUARDANTI LE INFRASTRUTTURE SOTTERRANEE CRITICHE
    • per individuare loro accuratezza, il livello di dettaglio, gli standard utilizzati (anche con riferimento alla Direttiva INSPIRE), e come i temi connessi alla sicurezza di tali infrastrutture e dei dati spaziali sono trattati
    • nell’attività di raccolta delle informazioni sono coinvolti 150 esperti dei paesi che partecipano al progetto
  • ANALISI DI RISCHIO, CON ESECUZIONE DI TEST DI VULNERABILITÀ
    • di una rete di acquedotto in esercizio nell’area nord-ovest del Comune di Milano, già interessata da una rilevazione con georadar che ha consentito di acquisire dati correttamente georeferenziati delle reti di interesse. Simulazione di un attacco terroristico con introduzione di sostanze inquinanti in pressione. L’obiettivo è stimare la resilienza ossia la capacità della comunità, dei servizi e delle infrastrutture presenti di sopportare le conseguenze dell’incidente
  • USO DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN PARTICOLARE DEL GEORADAR
    • per integrare e aggiornare le informazioni spaziali esistenti e costruire il catasto delle reti. In particolare si sono valutati i risultati ottenibili attraverso l’utilizzo di sistemi radar per l’introspezione del suolo, in temimi di capacità di localizzazione e precisione planimetrica.
    • I risultati ottenuti sono stati comparati con gli archivi storici per valutare la maggior qualità del dato ottenibile

Partners

  • REGIONE LOMBARDIA, Italia, regione.lombardia.it, partner capofile
  • ITALIAN ASSOCIATION FOR TRENCHLESS TECHNOLOGY, Italia, www.iatt.it
  • AMFM GIS ITALIA, Italia, localhost
  • AGENFOR ITALIA, Italia, www.agenforinternational.com, www.agenformedia.com
  • INDUSTRIAL RESEARCH INSTITUTE FOR AUTOMATION AND MEASUREMENTS, Polonia, www.piap.pl
  • CZECH SOCIETY FOR TRENCHLESS TECHNOLOGY, Repubblica Ceca, www.czstt.cz
  • CITTALIA, Italia, www.cittalia.it
  • EUROGI, www.eurogi.eu
  • IBERIAN SOCIETY FOR TRENCHLESS TECHNOLOGY, Spagna, www.ibstt.org
  • CENTER FOR THE STUDY OF DEMOCRACY, Bulgaria, www.csd.bg
  • PARIS-LONDON UNIVERSITAT SALZBURG, Francia, www.uni-salzburg.at
  • ARGONA SECURITY AB, Svezia, www.argona.se
  • FEDERUTILITY, Italia, www.federutility.it
  • TST ENGINEERING Ltd, Irlanda, www.tstengineering.com

Il contributo di AMFM  

  • Costruzione di 4 questionari per raccogliere informazioni sui dati spaziali esistenti e su come i temi connessi alla sicurezza di tali infrastrutture e dei relativi dati spaziali sono trattati (v. sopra). Le infrastrutture analizzate sono quelle connesse al ciclo integrato dell’acqua. Granularità: le singole imprese e le singole infrastrutture. I questionari sono stati compilati da esperti dei paesi che partecipavano al progetto, previa una sessione di formazione / approfondimento sui questionari.
    • I questionari riguardano:
      • Utility company (17 indicatori)
      • Drinking water infrastructure / Spatial data (38 indicatori)
      • Sewege infrastructure / Spatial data (32 indicatori)
      • Laws and regulations (7 indicatori)
      • Expert, che contiene alcune informazione sull’esperto che lo ha compilato.
    • Le informazioni raccolte sono state organizzate in un data-base (non reso pubblico poiché le informazioni sono state raccolte sotto il vincolo della riservatezza)
    • I questionari utilizzati resi disponibili (non compilati, in formato PDF)
  • Predisposizione del template per la redazione dei Country Reports, uno per ciascun paese, e elaborazione di una sintesi dei risultati (in collaborazione con il partner capofila del progetto, la Regione Lombardia)

Alcuni materiali di riferimento

Articolo “The integrated cycle of water supply: an European overview” – Calogero Ravenna e Franco Vico (AMFM GIS Italia)

Intervento alla Upsidedown Final Conference (28 novembre 2014, Milano) “Best practices in Europe: an overview – Calogero Ravenna e Franco Vico (AMFM GIS Italia)

Privacy

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Informativa resa ai sensi della normativa nazionale (D.Lgs. n. 196/2003 – Codice in materia di protezione dei dati personali) e comunitaria (Regolamento europeo per la protezione dei dati personali n. 679/2016, GDPR), e successive modifiche, a coloro che interagiscono con il sistema Web dell’associazione Automated Mapping/Facilities Management/Geographic Information Systems Italia, denominata anche “AM/FM GIS Italia”, – a partire dall’indirizzo www.amfm.it corrispondente alla pagina iniziale del sistema stesso.

L’informativa è resa per il solo sito https:www.amfm.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link. 

Base giuridica del trattamento

Con l’uso o la consultazione del presente sito i visitatori e gli utenti approvano esplicitamente la presente informativa sulla privacy e acconsentono al trattamento dei loro dati personali in relazione alle modalità e alle finalità di seguito descritte. AM/FM GIS Italia precisa che non raccoglie in alcun caso i Suoi dati “sensibili” (stato di salute, religione, appartenenza politica, ecc.).

Tipi di dati trattati e finalità

– Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento dei siti del sistema Web di AM/FM GIS Italia acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet o è utilizzata per migliorare la qualità del servizio offerto.

Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file trasmesso, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.

Questi dati potrebbero essere utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. 

– Dati forniti volontariamente dall’utente

I dati personali di eventuali candidati alla presentazione di abstract ed elaborati, o iscrizione a convegni, acquisiti mediante il sistema Web da AM/FM GIS Italia saranno trattati per lo svolgimento delle attività istituzionali, nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti, nel rispetto dei principi generali di trasparenza, correttezza e riservatezza.

L’accesso esplicito e volontario a questo sistema comporta la successiva acquisizione, necessaria per la corretta esecuzione delle procedure, dei dati personali inseriti nei form di registrazione o nella documentazione richiesta. Si assicura, tuttavia, che tale trattamento è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza come indicato nel decreto legislativo 196/03 e nella normativa comunitaria.

Specifiche informative di sintesi sono riportate o visualizzate nelle pagine predisposte per tali servizi.

Cookie

Il sito del sistema Web di AM/FM GIS Italia fa uso di cookie tecnici.

Facoltà del conferimento dei dati

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli o nei form presenti sul sito del sistema Web di AM/FM GIS Italia o comunque indicati in occasione di contatti con AM/FM GIS Italia per sollecitare l’invio di materiale, di altre comunicazioni o per accedere a servizi specifici.

Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Specifiche informative di sintesi sono riportate o visualizzate nelle pagine predisposte per tali servizi.

Trasferimento dei dati a terzi

I dati personali sono trattati dal Titolare del trattamento, dai Responsabili del trattamento nominati dal Titolare e dai personale incaricato che è stato rigorosamente autorizzato, nonché da eventuali responsabili delle occasionali operazioni di manutenzione della piattaforma web. Per particolari servizi i dati possono essere comunicati ai membri di AM/FM GIS Italia al solo fine di fornire il servizio richiesto e adempiere a tutti gli obblighi e potranno essere comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario. A seguito di ispezioni o controlli i dati potranno essere comunicati a tutti gli organi ispettivi incaricati delle ispezioni e dei controlli relativi alla legittimità degli obblighi di legge.

I dati personali non saranno diffusi.

Tempi di conservazione dei dati

I dati personali sono conservati per il tempo strettamente necessario per fornire il servizio richiesto.

Esistenza di un processo decisionale automatico (profilazione)

Non viene utilizzato alcun processo decisionale automatico.

Trasferimento di dati verso paesi terzi o organizzazioni internazionali

I dati raccolti non vengono trasferiti a Paesi terzi o organizzazioni internazionali

Il Titolare del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati è AM/FM GIS Italia, con Sede Legale in Via Ugo Ojetti 427, 00137 Roma, CF/IVA 03849371004.

Dati di contatto del Titolare: e-mail: info[at]amfm.it

Luogo di trattamento dei dati

I trattamenti connessi al sistema Web di AM/FM GIS Italia hanno luogo presso le strutture amministrative e tecniche decentrate. Per informazioni sui responsabili di tali strutture potete inviare richiesta alla mail info[at]amfm.it.

Diritti degli interessati

Ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e del Regolamento europeo per la protezione dei dati personali n. 679/2016, il soggetto cui si riferiscono i dati personali, ha il diritto di:

– ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

– ottenere l’indicazione:

  • dell’origine dei dati personali;
  • delle finalità e modalità del trattamento;
  • della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
  • degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2, del D. Lgs. 196/2003 e dell’articolo 15 del Regolamento UE 679/2016;
  • dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

– ottenere:

  • l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
  • la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
  • l’attestazione che le operazioni qui specificate sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

– opporsi, in tutto o in parte:

  • per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
  • al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

In particolare, l’interessato ha diritto di chiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica, cancellazione o limitazione del trattamento dei dati che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati. Inoltre, l’interessato ha il diritto di revocare il proprio consenso in qualsiasi momento senza incidere sulla liceità del trattamento sulla base del consenso dato prima di ritirarlo. Infine, l’interessato ha diritto di presentare un reclamo all’Autorità di Vigilanza.

I diritti possono essere esercitati inviando una comunicazione per iscritto ad AM/FM GIS Italia o via mail a info[at]amfm.it

Normativa di riferimento

I principali riferimenti normativi, in materia di protezione dei dati personali, sono i seguenti:

Link di riferimento: www.garanteprivacy.it

 

I soci

AMFM prevede le seguenti categorie di soci

  • Soci Onorari : Enti ed Istituzioni nazionali titolari di competenze nel settore dell’Informazione Geografica
  • Soci Sponsor : Società, Aziende od Enti che, avendo interesse all’attività dell’Associazione, intendano contribuire al suo finanziamento
  • Soci Fornitori : Società industriali e commerciali fornitrici di HW, SW, sistemi e soluzioni nel settore geomatico
  • Soci Utenti : Amministrazioni Centrali, Regionali e Locali, Aziende di servizi, Enti ed Organismi di pubblico interesse, utenti di sistemi di gestione dell’Informazione Geografica
  • Soci Individuali : Professionisti ed operatori del settore geomatico
  • Soci Studenti : Iscritti ad Istituti, Facoltà, Scuole di specializzazione nel settore geomatico

Soci appartenenti alle categorie Sponsor-Fornitori-Utenti:

EUROGI – EURopean Umbrella Organization for Geographical Information

EURopean Umbrella Organization for Geographical Information

EUROGI (European Umbrella Organization for Geographical Information) è stata promossa nel 1993 dalla DGXIII dell’Unione Europea per:

  • Sostenere e sviluppare a livello europeo l’uso delle applicazioni e delle tecnologie relative all’Informazione Geografica.
  • Sviluppare ricerche e progetti di interesse europeo, contribuire allo sviluppo di standard ed al superamento di vincoli condizionanti la diffusione di Informazioni Geografiche a livello europeo.
  • Concorrere a definire una politica europea per la realizzazione dell’Infrastruttura Europea di Informazione Geografica.
  • Rappresentare i comuni interessi della “Comunità dell’Informazione Geografica” europea.

GISIG – Geographical Information Systems International Group

Geographical Information Systems International Group

GISIG è una Associazione non a scopo di lucro che opera nel settore dei Geographical Information Systems (GIS), formata da circa 100 organizzazioni di oltre 20 paesi europei. Si tratta di imprese, università, istituti di ricerca, autorità locali e altre organizzazioni che si occupano di Informazione Geografica e di problemi territoriali. La molteplice tipologia dei partner garantisce competenze interdisciplinari, che riguardano i GIS sia nella loro potenzialità come strumenti tecnici sia nelle loro applicazioni nei diversi settori applicativi.

GISIG si propone come centro di riferimento per iniziative di cooperazione tra gli operatori e gli utenti GIS, anche tramite la promozione di progetti europei e grazie alla creazione di reti tematiche e la costituzione di segretariati nazionali, questi ultimi istituiti allo scopo di favorire e promuovere progetti e iniziative con un ampio partenariato locale.

Gli obiettivi di GISIG sono:

  • realizzare una rete di operatori e utenti GIS, raggruppando le esperienze di università, aziende ed enti e facilitando il trasferimento di tecnologie tramite lo scambio di informazioni e di esperienze;
  • promuovere e realizzare progetti di collaborazione nel settore, per esempio con la partecipazione ai programmi dell’Unione Europea;
  • attivare reti tematiche per creare un ambiente di interesse comune tra i soci e con gruppi di utenti e operatori professionali.

Le principali attività dell’Associazione sono pertanto:

  • operare come Centro di Trasferimento Tecnologico GIS;
  • presentare e gestire progetti finanziati dall’Unione Europea e di interesse dei soci;
  • organizzare e promuovere corsi di formazione e seminari tematici sui GIS e le loro applicazioni;
  • gestire flussi trans-nazionali università-impresa di studenti e di personale.

ASITA – Federazione delle Associazioni Scientifiche per le Informazioni Territoriali ed Ambientali

Federazione delle Associazioni Scientifiche per le Informazioni Territoriali ed Ambientali

AMFM GIS Italia è Socio fondatore di ASITA (Federazione delle Associazioni Scientifiche per le Informazioni Territoriali ed Ambientali).

ASITA è una Federazione di Associazioni Scientifiche che opera senza fine di lucro nel campo del rilevamento, della gestione e della rappresentazione dell’informazione territoriale e ambientale.

La costituzione della Federazione ASITA è avvenuta il 30 marzo 1998. La preparazione di questa storica convergenza è iniziata nel 1995 con la costituzione di una Commissione SIFET: “Rapporti con l’esterno” ed il primo invito a SIFET, AIC e AM/FM da parte di AIT di far parte del Consiglio Scientifico del VII Convegno Nazionale AIT di Chieri ’95.

La Commissione si è progressivamente allargata infittendo i contatti ed il confronto che hanno portato all’organizzazione congiunta della 1a Conferenza Nazionale ASITA a Parma nel 1997 da parte di SIFET, AIC, AIT e AMFM.

Le quattro Associazioni federate in ASITA sono:

  • SIFET – Società Italiana di Fotogrammetria e Topografia
  • AIT – Associazione Italiana di Telerilevamento
  • AIC – Associazione Italiana di Cartografia
  • AMFM – Geographic Information Systems – Italia

SGI – Stati Generali dell’Innovazione

Stati Generali dell’Innovazione, SGI, è un’associazione costituita nel 2011 per iniziativa di alcune associazioni, movimenti, aziende e cittadini convinti che le migliori opportunità di crescita e sviluppo per l’Italia siano offerte dall’adozione e promozione di standard tecnologici aperti e inclusivi, dall’abbattimento del digital divide, dall’ammodernamento dello Stato attraverso l’Open Government e gli Open Data, dalla valorizzazione della creatività giovanile. Nel corso della propria azione SGI promuove regolarmente l’Open Government, l’attenzione al futuro dei giovani e la lotta a ogni tipo di discriminazione.

AM/FM GIS Italia e Stati Generali dell’Innovazione hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa per collaborare nel campo della informazione, sensibilizzazione e formazione rivolta alla classe dirigente, alle componenti economiche, sociali e culturali del Paese, nonché alla cittadinanza relativamente all’ “innovazione nel governo dell’Italia” e temi innovativi pertinenti l’informazione geografica per i servizi ai cittadini, le infrastrutture di dati territoriali e ambientali, l’applicazione e sviluppo delle Direttive ed iniziative Europee (ad esempio, la Direttiva INSPIRE, la Direttiva PSI, la Digital Agenda), la diffusione delle buone pratiche, la formazione e la certificazione delle competenze professionali, nonché la possibilità di partecipare in progetti cofinanziati dalla UE.

1 17 18 19