Articolo – “Digital Single Market, Nazioni Unite ed informazione geografica: dove stiamo andando?”

Articolo di Mauro Salvemini sul numero 4 -2015 della rivista GeoMedia .

Vengono evidenziate le difficoltà e le differenze tra le nazioni nell’applicazione del modello INSPIRE a livello europeo e ancor più le difficoltà a livello di condivisione dell’informazione geografica a livello internazionale.

Per visualizzare l’articolo cliccare qui.

Conferenza AMFM 2015

La città e le infrastrutture del sottosuolo

1 luglio 2015 – Livorno – Villa Letizia

Organizzato da:

Sponsor Strategici:

Con il patrocinio di:

Partner dell’associazione:

Partner Strategici


Brochure-Programma | Agenda | Interventi


La Conferenza AMFM 2015 si è svolta in una sola giornata, con interventi suddivisi tra la mattina ed il pomeriggio del 1 luglio 2015. Tema portante della Conferenza è stato il “Catasto del Sottosuolo”, fattore strategico non solo nei progetti di ampliamento e potenziamento della rete a banda larga e ultralarga ma anche per l’individuazione di sinergie tra attori diversi per servizi efficienti in una città intelligente.

Conferenza AMFM 2015 – Interventi

Conferenza tematica su “La città e le infrastrutture del sottosuolo”

1 luglio 2015 – Livorno – Villa Letizia

MATTINA
Chair: Michele Del Corso, Dirigente Settore Fognatura, Depurazione e Ambiente di ASA SpA

POMERIGGIO
Chair: Calogero Ravenna, ASA SpA, AMFM

2015 – Tavola rotonda sul tema “Strumenti di conoscenza e divulgazione per la Geografia”

Tavola rotonda sul tema “Strumenti di conoscenza e divulgazione per la Geografia”

4 giugno 2015 – Aula Magna, SAPIENZA Università di Roma, Piazza Borghese 9, Roma

L’automobilista medio non ha spesso idea di quali siano le montagne, i fiumi, i paesi con connotazioni turistiche anche importanti, che si trova davanti durante il suo viaggio. L’incontro ha come obiettivo principale quello di ragionare su una coscienza geografica
significativa, che passa giocoforza attraverso una serie di esperienze indotte dalla curiosità.

La Tavola rotonda su “Strumenti di conoscenza e divulgazione per la Geografia”: si è svolta in occasione della iniziativa editoriale “L’Italia 3D vista dalle strade” realizzata dalla società socio di AMFM STUDIO SIT & Location Services S.r.l

Maggiori informazioni sull’evento al seguente link

2015 – AMFM Patrocinio “Myanmar Infrastructure Summit 2015”

Myanmar Infrastructure Summit 2015: il 1 e 2 aprile p.v. si svolge in Myanmar il summit sulle infrastrutture per costruire un paese vivibile e sostenibile. AMFM GIS Italia patrocina l’’evento sulla scorta delle attività già avviate ed invita la comunità italiana a considerare le opportunità derivanti dalla iniziativa, per informazioni sull’evento vedere il seguente link

2015 – Workshop “Come la geoICT può supportare il governo del territorio”

Workshop “Come la geoICT può supportare il governo del territorio”

26 Marzo 2015 – Scandicci (Firenze).

Organizzato da:

Il workshop intende declinare gli input (concetti e tecnologie riguardanti la geoICT) che emergono dal contesto internazionale, e in particolare europeo, rispetto alla realtà normativa, amministrativa e professionale italiana, per trasformare gli adempimenti richiesti (presenti o a breve-medio termine) in opportunità di uso innovativo della geoICT nelle pratiche di governo del territorio.

2015 – Hackathon “Open Data”

Hackathon Open Data

18 febbraio 2015 – Livorno
ore 9:00 – 13:00 – presso i locali dell’ex Circoscrizione 1, via Piero Gobetti, 1
Organizzato da:
con il patrocinio di:

e con la collaborazione di:

Il 18 febbraio 2015, nell’ambito della V edizione dell’International Open Data Day, Il Comune di Livorno, l’ASA e AMFM GIS Italia hanno organizzato a Livorno un Hackaton sugli Opendata.

L’hackathon proposto è un evento rivolto a tutti coloro che sono interessati a conoscere e sperimentare l’utilizzo di dati open (geografici e non) reperibili in rete.

L’obiettivo principale dell’iniziativa è in primo luogo verificare la presenza di dati open reperibili in rete, con particolar riferimento a quelli geografici, georeferenziati o georeferenziabili (ad es. riferiti ad un indirizzo), significativi per contenuti e aggiornamento, facilmente utilizzabili per formato, metadocumentazione ecc.

Un secondo obiettivo è provare ad usare questi dati per, ad es., costruire percorsi di interesse culturale o ambientale, nella città o nel territorio; supportare azioni o progetti (ad es. di ricupero-rivitalizzazione di aree sottoutilizzate o degradate, ecc.)

Un terzo obiettivo è quello di favorire la collaborazione, lo scambio di esperienze tecniche fornendo assistenza per tutta la durata dell’evento ai partecipanti in sala e da remoto



2014 – DIGITAL SUMMIT

DIGITAL GOVERNMENT SUMMIT 2014
AMFM GIS Italia è lieta di patrocinare il Digital Government Summit “Economia Digitale, Smart Government e Stato Innovatore”.    Giunto alla sua terza edizione il Digital Government Summit vedrà confrontarsi economisti, accademici e leader dell’industria ICT Italiani insieme alle autorità di Governo e ad alti rappresentanti della P.A., sui temi più caldi sollevati dalla costante diffusione e il continuo cambiamento delle nuove tecnologie nell’ambito della pubblica amministrazione.

26.11.2014

DIGITAL GOVERNMENT SUMMIT 2014

Promosso da The Innovation Group, Fondazione Astrid e Forum PA

Economia Digitale, Smart Government e Stato Innovatore”

La rapida diffusione delle nuove tecnologie digitali apre enormi opportunità, ma anche scenari di profonda trasformazione e nuove sfide al governo dell’economia.

In questa terza edizione del Digital Government Summit  abbiamo invitato alcuni tra i più autorevoli  Economisti, Accademici e Leader dell’industria ICT Italiani e Internazionali a discutere insieme alle Autorità di Governo e ad alti Rappresentanti della Pubblica Amministrazione i temi più caldi sollevati da questi nuovi scenari:

  • La diffusione delle nuove tecnologie ICT, e in particolare l’estensione di Internet dal mondo dei dati e delle persone  a quello dei processi e degli oggetti, può consentire maggiori incrementi di produttività e il ritorno delle nostre economie ad alti tassi di crescita?
  • Economia digitale , lavoro e occupazione. L’economia digitale distrugge sostanzialmente lavoro o produce un numero proporzionalmente molto superiore di nuovi jobs? E quali politiche di mobilità e di formazione vanno attivate per diffondere le competenze digitali necessarie e per gestire gli impatti sociali di queste grandi trasformazioni?
  • Questo processo dovrebbe essere favorito attraverso politiche di innovazione alimentate da un nuovo ruolo dello “Stato Innovatore”, disposto a investire in aree strategiche con una elevata propensione al rischio o,  è meglio che lo stato riduca il suo intervento e lasciare che l’economia digitale si sviluppi sotto la spinta della “mano invisibile” del mercato?
  • Quale “Politica industriale per l’economia digitale”? Quali investimenti dovremmo affrontare, a livello europeo e su scala nazionale, per garantirci di poter competere in modo sostenibile su scala globale? Attraverso quali forme di partnership pubblico privato?  E come recuperare le risorse necessarie?
  • Dopo anni di discussioni sull’ Agenda digitale, qual è esattamente lo “Stato Del Digitale” nel nostro Paese’? Qual è la visione strategica della PA digitale? Qual è lo stato dei progetti in fase di implementazione, quali esattamente le nuove priorità dell’ Agenzia per il prossimo futuro, quali gli impegni concreti in termini di “execution”?
  • Esploriamo i casi di innovazione digitale più interessanti che si stanno attuando nella Sanità, nell’Istruzione, nelle Pubbliche Amministrazioni locali, le politiche di innovazione che le Regioni stanno sviluppando e i nuovi scenari tecnologici e istituzionali aperti dalla Città metropolitana.

Approfondiremo infine il ruolo che il movimento delle start-up sta giocando nello sviluppo dell’economia digitale in Italia e in Europa.

SPECIAL GUEST

Carl Benedikt Frey, Autore di “The Future of Employment: How susceptible are jobs to computerization?”, Oxford Martin School

1 7 8 9 10 11 20