Women in GI Eurogi Focus Group

Women in GI” è un Policy Focus Group in EUROGI che ha due obiettivi principali:

  • innanzi tutto, fornire un’opportunità alle donne impegnate a vario titolo nel settore geospaziale europeo di fare rete, stabilire contatti e condividere esperienze;
  • in secondo luogo, sviluppare posizioni politiche che possano essere utilizzate da EUROGI e possibilmente da altre organizzazioni che desiderano promuovere l’uguaglianza di genere all’interno delle proprie organizzazioni, dell’Unione Europea, dell’Europa in senso più ampio e possibilmente oltre.

L’obiettivo è produrre un position paper rivolto ad una audience di decisori.

Il Focus group è aperto a donne e uomini che lavorano nel settore geo-spaziale. Il coinvolgimento è su base volontaria.

La prima occasione di presentazione del Focus group si è avuta con la Conferenza BeGeo 2020 tenutasi online lo scorso 27 ottobre. Dopo una breve presentazione del presidente Eurogi, Hans Breemersch, sono seguiti tre interventi.

Monica Sebillo, attuale presidente di AMFM GIS Italia ha affermato che “It is important to pursue the principle of inclusiveness (of gender, skills and roles), which must always be taken into consideration in order to provoke a fundamental cultural and social change necessary for the goal of gender equality and women’s engagement” (è importante perseguire il principio di inclusività (di genere, competenze e ruoli), che deve essere sempre preso in considerazione al fine di provocare un cambiamento culturale e sociale fondamentale per il raggiungimento della parità di genere e di coinvolgimento delle donne).

Sebbene negli ultimi anni molte donne occupino posizioni di vertice, Marion Murphy, amministratore delegato della Mallon Technology, ha osservato che “women are underrepresented in decision making that shapes the workplace. To attract and retain women in the GI sector, there needs to be greater visibility and representation through leadership roles” (le donne sono sottorappresentate nel processo decisionale che delinea il posto di lavoro. Per attrarre e trattenere le donne nel settore delle IG, è necessaria una maggiore visibilità e rappresentanza attraverso ruoli di leadership).

Per Annelies Van Alphen, di GeoSotlutions, “team’s ability to come up with new, creative solutions can be increased by adding skilled communicators, or people with a different viewpoint. I believe that a good mix of people with different background, gender, interest… can help in building a successful GIS team. A good mix might also help in building a strong network, which also leads to new and interesting opportunities” (la capacità di un team di trovare nuove soluzioni creative può essere aumentata aggiungendo comunicatori esperti o persone con un punto di vista diverso. Credo che un buon mix di persone con background, sesso, interessi diversi … possa aiutare a costruire un team GIS di successo. Un buon mix potrebbe anche aiutare a costruire una rete forte, che porti anche a nuove e interessanti opportunità.

BeGeo è stata anche l’occasione per incontrare altre associazioni impegnate in questo ambito, e da un piacevole incontro dello scorso dicembre, è nata l’occasione di proporre una sessione invitata “Toward a more gender-balanced geoscience and remote sensing world” alla conferenza IGARSS 2021 che si terrà a Brussels il prossimo mese di luglio. La sessione è stata accettata.

Questi i contatti se si è interessati ad unirsi e contribuire al focus group “Women in GI”

monica.sebillo@eurogi.org e cc bruce.mccormack18@gmail.com.