Seminario ARinfuse – 3 dicembre 2020

Exploiting the potential of Augmented Reality & Geospatial Technologies within the utilities sector” Workshop di formazione del progetto ARinfuse, progetto Erasmus+ finalizzato al trasferimento di conoscenze e competenze sull’uso della Realtà Aumentata (AR) per la mappatura e la gestione delle reti del sottosuolo (acqua, fognature elettricità, gas, fibra ottica).

Per ulteriori informazioni e per l’Agenda dell’evento vedere il seguente link

Women in GI Eurogi Focus Group

Women in GI” è un Policy Focus Group in EUROGI che ha due obiettivi principali:

  • innanzi tutto, fornire un’opportunità alle donne impegnate a vario titolo nel settore geospaziale europeo di fare rete, stabilire contatti e condividere esperienze;
  • in secondo luogo, sviluppare posizioni politiche che possano essere utilizzate da EUROGI e possibilmente da altre organizzazioni che desiderano promuovere l’uguaglianza di genere all’interno delle proprie organizzazioni, dell’Unione Europea, dell’Europa in senso più ampio e possibilmente oltre.

L’obiettivo è produrre un position paper rivolto ad una audience di decisori.

Il Focus group è aperto a donne e uomini che lavorano nel settore geo-spaziale. Il coinvolgimento è su base volontaria.

La prima occasione di presentazione del Focus group si è avuta con la Conferenza BeGeo 2020 tenutasi online lo scorso 27 ottobre. Dopo una breve presentazione del presidente Eurogi, Hans Breemersch, sono seguiti tre interventi.

Monica Sebillo, attuale presidente di AMFM GIS Italia ha affermato che “It is important to pursue the principle of inclusiveness (of gender, skills and roles), which must always be taken into consideration in order to provoke a fundamental cultural and social change necessary for the goal of gender equality and women’s engagement” (è importante perseguire il principio di inclusività (di genere, competenze e ruoli), che deve essere sempre preso in considerazione al fine di provocare un cambiamento culturale e sociale fondamentale per il raggiungimento della parità di genere e di coinvolgimento delle donne).

Sebbene negli ultimi anni molte donne occupino posizioni di vertice, Marion Murphy, amministratore delegato della Mallon Technology, ha osservato che “women are underrepresented in decision making that shapes the workplace. To attract and retain women in the GI sector, there needs to be greater visibility and representation through leadership roles” (le donne sono sottorappresentate nel processo decisionale che delinea il posto di lavoro. Per attrarre e trattenere le donne nel settore delle IG, è necessaria una maggiore visibilità e rappresentanza attraverso ruoli di leadership).

Per Annelies Van Alphen, di GeoSotlutions, “team’s ability to come up with new, creative solutions can be increased by adding skilled communicators, or people with a different viewpoint. I believe that a good mix of people with different background, gender, interest… can help in building a successful GIS team. A good mix might also help in building a strong network, which also leads to new and interesting opportunities” (la capacità di un team di trovare nuove soluzioni creative può essere aumentata aggiungendo comunicatori esperti o persone con un punto di vista diverso. Credo che un buon mix di persone con background, sesso, interessi diversi … possa aiutare a costruire un team GIS di successo. Un buon mix potrebbe anche aiutare a costruire una rete forte, che porti anche a nuove e interessanti opportunità.

BeGeo è stata anche l’occasione per incontrare altre associazioni impegnate in questo ambito, e da un piacevole incontro dello scorso dicembre, è nata l’occasione di proporre una sessione invitata “Toward a more gender-balanced geoscience and remote sensing world” alla conferenza IGARSS 2021 che si terrà a Brussels il prossimo mese di luglio. La sessione è stata accettata.

Questi i contatti se si è interessati ad unirsi e contribuire al focus group “Women in GI” : monica.sebillo@eurogi.org e bruce.mccormack18@gmail.com.

Il 25 febbraio 2021 si è tenuto un primo webinar, documentazione qui

Articolo – “Dati territoriali, caratteristiche, strumenti ed obiettivi”

Articolo di Tonino Conti sulla rivista Azimut del marzo 2020

Articolo che nasce da un confronto avuto con la redazione della rivista Azimut del Collegio dei geometri e Geometri Laureati della provincia di Ancona per un intervento da tenere per un convegno dal titolo “Dati territoriali per i professionisti del territorio” che avrebbe dovuto svolgersi a Jesi il 25 febbraio 2020. L’evento poi è stato purtroppo annullato il giorno precedente perché si era già agli inizi dell’emergenza COVID-19.

Continua a leggere il post sulla rivista Azimut 1/2020 ovvero visualizza il pdf qui

Mattiozzi Giuseppe

Cognome e Nome: Mattiozzi Giuseppe

Professione / Ente di appartenenza: Libero Professionista

Breve CV:

Laureato in Ingegneria Civile Edile nel 1973.

Libera professione dal 1973 al 1975.

Dal 1976 al 2004 funzionario e poi dirigente presso Pubbliche Amministrazioni presso le quali tra l’altro è stato responsabile di realizzazione e gestione di applicazioni GIS.

Dal 2005 al 2006 ha fatto parte del Gruppo di esperti incaricati da AICA per la realizzazione della certificazione specialistica ECDL-GIS, successivamente fino al 2010 ha fatto parte del Gruppo di supporto ad AICA su tale certificazione.

Dal 2005 al 2013 come libero professionista ha svolto diverse attività di consulenza, direzione lavori e collaudo di appalti della PA prevalentemente riguardanti SIT e applicazioni GIS.

Dal 2013 svolge attività no-profit di docenza e diffusione delle conoscenze nel campo dei GIS, in tale ambito ha realizzato e gestisce il sito www.giseqgis.it

Articolo – Verso una IDT federata delle Regioni italiane

Articolo di Mauro Salvemini pubblicato sul numero 1-2013 della Rivista GEOmedia

Nell’articolo si parla di un innovativo modello per l’integrazione delle SDI subnazionali con la SDI nazionale, secondo lo studio di fattibilità che l’Unione delle Regioni italiane ha realizzato nella primavera del 2013.

Vengono discusse politiche multiscala e innovative per la gestione delle SDI e vengono evidenziale le informazioni essenziali sull’evoluzione della SDI nazionale.

Cliccare qui per visualizzare l’articolo in pdf.

Pubblicazione – “Plan4all Project – Interoperability for Spatial Planning”

Pubblicazione del Progetto Europeo Plan4all del quale AMFM GIS Italia è stato partner. La pubblicazione del 2011 ha avuto come “Editors” Mauro Salvemini, Franco Vico e Corrado Iannucci.

Per diversi motivi, pochi progetti finanziati dalla Commissione Europea si concludono con un libro stampato per riassumere i risultati del progetto e le sue realizzazioni. In questo caso, mentre le attività del progetto erano ancora in corso, Plan4all ha considerato questa opportunità e ha trovato utile preparare un libro per diffondere a livello europeo e internazionale i risultati ottenuti in materia di interoperabilità della pianificazione territoriale.

Cliccare qui per visualizzare la pubblicazione in formato pdf.

1 2